TELAIO BICI IN ACCIAIO O ALLUMINIO?

“I telai in alluminio sono più leggeri, quindi sempre da preferire a quelli in acciaio? No. Vediamo perché”

 

 

“USO IN CITTÀ O AGONISTICO?”

 

Fai agonismo? Devi usare la bici in competizioni sportive? Se non è questo il tuo caso ed invece userai la bici semplicemente in città, per andare al lavoro o per divertirti pedalando, allora il telaio migliore è certamente quello in acciaio. Perché?
Perché il telaio in alluminio conferisce una rigidità notevole alla bici ed in città questo significa continue sollecitazioni e scosse che, dalla strada, vengono trasmesse al ciclista. Invece il telaio in acciaio è decisamente più flessibile, assorbe molte vibrazioni e consente una guida in città molto più confortevole.

Le bici a scatto fisso sono nate come bici da pista. Si stanno diffondendo velocemente per l’uso in città, per le linee minimaliste, perché sono leggere, colorate e montano piacevoli cerchi. Essendo di derivazione pista, le bici fixed, come quelle da corsa, sono rigide: pneumatici ad alta pressione duri e rigidi; sella senza molloni di ammortizzazione; niente cambio, per cui la trasmissione dai pedali alla ruota posteriore è rigida e senza gioco; la stessa posizione del manubrio porta a spostarsi un po’ in avanti ed appoggiarsi sulle braccia tenute tese e perciò un po’ rigide anch’esse. Le fixed bike sono state concepite per essere molto rigide in pista in modo che la spinta sui pedali NON possa essere assorbita minimamente dalla flessibilità della struttura e si trasformi, invece, interamente in avanzamento e corsa sulla pista. La pista è piatta e filante come una lastra di vetro, non ha asperità, avvallamenti e tantomeno buche che restituiscano la rigidità della bici in forma di continui colpi alla bici e al ciclista; così, tutto fila liscio.

Le bici a scatto fisso da pista hanno il telaio in alluminio. L’alluminio è leggero ed è anche MOLTO rigido e questo aiuta ancora di più ad avere una bici da competizione perfetta. Il telaio, assieme alle ruote, è il più importante elemento di trasmissione delle vibrazioni dal fondo stradale al ciclista; se il fondo è una pista, non c’è nessun problema, ma se è una strada di città, cambia tutto.

In città le strade hanno asperità, dislivelli, buche e discontinuità di tutti i tipi (per non parlare di fondi con sampietrini e simili). Sulle strade di città, una bici a scatto fisso, con telaio in alluminio e pneumatici ad alta pressione, la “senti”; durante la pedalata ti scuoti tutto e ti danneggi la schiena.

Il telaio in acciaio, invece, è flessibile ed assorbe molta parte degli urti che arrivano dalla strada, evitando che si scarichino sul ciclista.

 

In passato, in Margot Cycling, abbiamo prodotto delle bici a scatto fisso con telaio in alluminio; pesavano ancora meno delle attuali già molto leggere, ma, per quanto appena descritto, non le produciamo più.

 

La direzione di Margot Cycling è esattamente opposta a quella di chi usa i telai in alluminio. Infatti siamo i primi in Italia (e ci risulta ancora gli unici) a montare di serie dei copertoni più spessi (da 28mm e non da 23mmi) per “ridurre la rigidità” della bici e renderla più adatta alla città, visto che la gente la usa in città e non su pista.

Spesso chi acquista una bici fixed, lo fa per le linee accattivanti e non per competere su pista. Se fai parte di queste persone, vogliamo darti comfort quando usi la bici in città. Il peso ancora minore adottando un telaio in alluminio, farebbe la vera differenza solo nell’uso competitivo.

“I telai in alluminio sono più leggeri, quindi sempre da preferire a quelli in acciaio? No. Vediamo perché”

 

 

“USO IN CITTÀ O AGONISTICO?”

 

Fai agonismo? Devi usare la bici in competizioni sportive? Se non è questo il tuo caso ed invece userai la bici semplicemente in città, per andare al lavoro o per divertirti pedalando, allora il telaio migliore è certamente quello in acciaio. Perché?
Perché il telaio in alluminio conferisce una rigidità notevole alla bici ed in città questo significa continue sollecitazioni e scosse che, dalla strada, vengono trasmesse al ciclista. Invece il telaio in acciaio è decisamente più flessibile, assorbe molte vibrazioni e consente una guida in città molto più confortevole.

Le bici a scatto fisso sono nate come bici da pista. Si stanno diffondendo velocemente per l’uso in città, per le linee minimaliste, perché sono leggere, colorate e montano piacevoli cerchi. Essendo di derivazione pista, le bici fixed, come quelle da corsa, sono rigide: pneumatici ad alta pressione duri e rigidi; sella senza molloni di ammortizzazione; niente cambio, per cui la trasmissione dai pedali alla ruota posteriore è rigida e senza gioco; la stessa posizione del manubrio porta a spostarsi un po’ in avanti ed appoggiarsi sulle braccia tenute tese e perciò un po’ rigide anch’esse. Le fixed bike sono state concepite per essere molto rigide in pista in modo che la spinta sui pedali NON possa essere assorbita minimamente dalla flessibilità della struttura e si trasformi, invece, interamente in avanzamento e corsa sulla pista. La pista è piatta e filante come una lastra di vetro, non ha asperità, avvallamenti e tantomeno buche che restituiscano la rigidità della bici in forma di continui colpi alla bici e al ciclista; così, tutto fila liscio.

Le bici a scatto fisso da pista hanno il telaio in alluminio. L’alluminio è leggero ed è anche MOLTO rigido e questo aiuta ancora di più ad avere una bici da competizione perfetta. Il telaio, assieme alle ruote, è il più importante elemento di trasmissione delle vibrazioni dal fondo stradale al ciclista; se il fondo è una pista, non c’è nessun problema, ma se è una strada di città, cambia tutto.

In città le strade hanno asperità, dislivelli, buche e discontinuità di tutti i tipi (per non parlare di fondi con sampietrini e simili). Sulle strade di città, una bici a scatto fisso, con telaio in alluminio e pneumatici ad alta pressione, la “senti”; durante la pedalata ti scuoti tutto e ti danneggi la schiena.

Il telaio in acciaio, invece, è flessibile ed assorbe molta parte degli urti che arrivano dalla strada, evitando che si scarichino sul ciclista.

 

In passato, in Margot Cycling, abbiamo prodotto delle bici a scatto fisso con telaio in alluminio; pesavano ancora meno delle attuali già molto leggere, ma, per quanto appena descritto, non le produciamo più.

 

La direzione di Margot Cycling è esattamente opposta a quella di chi usa i telai in alluminio. Infatti siamo i primi in Italia (e ci risulta ancora gli unici) a montare di serie dei copertoni più spessi (da 28mm e non da 23mmi) per “ridurre la rigidità” della bici e renderla più adatta alla città, visto che la gente la usa in città e non su pista.

Spesso chi acquista una bici fixed, lo fa per le linee accattivanti e non per competere su pista. Se fai parte di queste persone, vogliamo darti comfort quando usi la bici in città. Il peso ancora minore adottando un telaio in alluminio, farebbe la vera differenza solo nell’uso competitivo.

  Vai alla pagina iniziale BICI SCATTO FISSO

  Vai alla pagina iniziale BICI SCATTO FISSO

TUTTI GLI ARTICOLI BLOG BICI MARGOT

scatto fisso, ruota libera e contropedale (2018-11-17 01:18:37) guidare a scatto fisso (2018-10-09 04:58:20) telaio bici in acciaio o alluminio? (2018-09-03 22:29:31)
sostituire le ruote della bici (2018-08-12 16:54:24) centratura ruote della bici (2018-07-20 19:40:50) sostituire il manubrio della bici (2018-06-09 20:35:59)
sostituire i copertoni della bici (2018-05-21 20:37:00) sostituire la catena della bici (2018-04-15 17:39:32) sostituire il nastro del manubrio (2018-03-12 23:53:27)

TUTTI GLI ARTICOLI BLOG BICI MARGOT

scatto fisso, ruota libera e contropedale (2018-11-17 01:18:37) guidare a scatto fisso (2018-10-09 04:58:20) telaio bici in acciaio o alluminio? (2018-09-03 22:29:31)
sostituire le ruote della bici (2018-08-12 16:54:24) centratura ruote della bici (2018-07-20 19:40:50) sostituire il manubrio della bici (2018-06-09 20:35:59)
sostituire i copertoni della bici (2018-05-21 20:37:00) sostituire la catena della bici (2018-04-15 17:39:32) sostituire il nastro del manubrio (2018-03-12 23:53:27)
0/5 (0 Reviews)
0/5 (0 Reviews)