Loading...
 

CITY BIKE DONNA

   

CITY BIKE DONNA

 
Item #DONNANERA

Leonessa

400 incl. IVA

PRODUZIONE ARTIGIANALE ITALIANA

GARANZIA SUL TELAIO A VITA

CAMBIO SENZA MANUTENZIONE

30 GIORNI PER IL RECESSO

PUOI PAGARE ALLA CONSEGNA


PRODUZIONE ARTIGIANALE ITALIANA

GARANZIA SUL TELAIO A VITA

CAMBIO SENZA MANUTENZIONE

30 GIORNI PER IL RECESSO

PUOI PAGARE ALLA CONSEGNA

Esaurito

  • Statura da 1,60 a 1,75

  • Statura da 1,76 a 1,90




COD: DONNANERA Categoria:

Descrizione

“Prodotta artigianalmente in Italia. Cambio senza manutenzione. Parafanghi e carter inossidabili. La volevo così!”

City bike donna: cambio nexus 3 velocità

City bike donna: manopola cambio e leva freno

City bike donna: fanale anteriore

City bike donna: sezione anteriore

Produzione artigianale italiana.

Cambio senza manutenzione.

Parafanghi e carter inossidabili.

La volevo così!

City bike donna con carter e parafanghi inossidabili made in Italy

L E O N E S S A

Italiana, elegante e disintiva in città.
Linee classiche ed un cambio moderno per una guida piacevole con minimo sforzo.
Puoi andare dove vuoi in relax.

City bike donna nero opaco con accessori marroni

City bike donna: italiana, vintage, confortevole, di lunga durata. Hai un cambio speciale pensato per la città.

PRODUZIONE ARTIGIANALE
ITALIANA

Telaio artigianale per bici da donna

Il telaio è realizzato a mano da un artigiano della provincia di Monza. È un lavoro altamente specializzato e, in Italia, sono pochi gli artigiani ancora in grado di eseguirlo. Spesso, anche quando il telaio di una bici dovesse essere italiano, esso è prodotto industrialmente. Invece, per questa bici, abbiamo scelto la soluzione di maggior qualità e ne vale davvero la pena. La nostra fiducia nell’affidabilità di questo telaio è tale che te lo garantiamo a vita.
Oltre alla produzione artigianale del telaio, questa bici è assemblata interamente in Italia (in provincia di Milano). Otteniamo così un livello di attenzione a tutte le fasi costruttive e al controllo di qualità finale, altrimenti difficile da raggiungere.

UN CAMBIO SPECIALE
PENSATO PER LE CITY BIKE

City bike donna: cambio nel mozzo

  • MANUTENZIONE AZZERATA
    I componenti sono sigillati e contenuti all’interno del mozzo. Perciò sono protetti dall’acqua, dal fango e dall’azione degli agenti atmosferici. Il risultato è uno stress molto minore rispetto a quello a cui è esposto un cambio tradizionale. Quindi, necessità nulle di pulizia del cambio e manutenzione ordinaria azzerata.
  • LUNGA DURATA
    La catena è sempre in linea, nella stessa posizione, e non deve passare da un ingranaggio all’altro; non è sottoposta a continue forze laterali di torsione. La sua durata diventa lunghissima; non c’è necessità di pulirla o lubrificarla frequentemente, né di regolare la tensione di alcun cavo.

City bike donna: cambio dal lato catena

  • MINORE SFORZO NELLE RIPARTENZE
    Il cambio interno al mozzo ha un funzionamento simile a quello delle moto e perciò, a differenza dei cambi bici tradizionali, può essere sfruttato anche nelle ripartenze, proprio come avviene nei veicoli a motore. Nella guida in città le opportunità di utilizzo in ripartenza sono frequenti (semafori e tutte le situazioni di stop and go). Puoi affrontare la fase di accelerazione iniziale con uno sforzo minore grazie a due caratteristiche di questo cambio:
    – possibilità di cambiare da ferma;
    – immediatezza del passaggio da una marcia all’altra.
    Il cambio è immediato perché la catena non deve spostarsi lateralmente e perciò non devi attendere che giri per prendere posizione su una nuova coroncina come nei cambi bici tradizionali.

City bike donna: cambio incluso nel mozzo

  • ABITI PROTETTI
    Poiché la catena non si sposta passando da una corona all’altra, come avviene nel cambio classico,  attorno ad essa riusciamo a montare un carter ben aderente. Questo evita qualunque contatto delle parti lubrificate con i tuoi abiti ed è importante soprattutto se usi la bici per andare al lavoro.
  • QUASI IMPOSSIBILE DANNEGGIARLO
    I danneggiamenti da urti sono davvero improbabili e certamente minori che nel cambio tradizionale. Il cambio nel mozzo è sigillato, avvolto in una solida struttura metallica ed, in più, ha una posizione che lo mette al riparo dai colpi accidentali (è nella parte più interna, centrale e meno esposta della ruota).

COME FUNZIONA
QUESTO CAMBIO SPECIALE?

City bike donna: componenti cambio Nexus 3V

Il cambio sigillato interno al mozzo è simile al cambio di una moto. Il mozzo posteriore contiene delle ruote dentate che vengono accoppiate in modi differenti così da produrre i differenti rapporti di marcia. A differenza di un cambio tradizionale, non ci sono organi in movimento esterni e la catena rimane sempre sulla stessa linea senza dover passare da una corona dentata all’altra. I componenti chiusi all’interno del mozzo sono immersi in bagno d’olio; ne risulta un sistema protetto e di lunga durata che non richiede manutenzione. 

PARAFANGHI E CARTER
IN ACCIAIO INOX

City bike donna: parafanghi in acciaio inox made in Italy

I parafanghi sono, per definizione, un componente fortemente esposto all’acqua ed al fango; anche il carter lo è. L’umidità e l’acidità del fango sono potenti agenti di ruggine. Dotiamo la tua bici di parafanghi e carter metallici affinche siano resistenti agli urti, ma anche inossidabili in modo che non vengano attaccati dalla ruggine, neppure nelle parti interne. Così anche la loro lucentezza rimane inalterata nel tempo. Sono componenti di qualità prodotti in Italia.

City bike donna: carter in acciaio inox made in Italy

ASSEMBLATA OLTRE IL 90%

Bici donna da città scatola imballo

Ricevi la tua Margot montata oltre il 90%. Le parti difficili (ruota posteriore, catena, corona, freni e loro collegamenti) sono già tutte montate. Lasciamo che alcune parti finali vengano assemblate a consegna avvenuta, per avere un imballo che garantisca il trasporto in sicurezza. L’assemblaggio delle parti finali è semplice, ma, per la tua sicurezza, raccomandiamo di farlo eseguire da un tecnico qualificato. 

Anche ritiro in deposito ad Arese (MI).
Eviti le spese di spedizione.

LA PIÙ AMPIA GARANZIA

NEL MERCATO BICI

– telaio garantito A VITA

– altre parti garantite 2 ANNI

La tua bici Margot è prodotta con attenzione alla qualità per durare nel tempo. Vogliamo che tu ne sia soddisfatta e la consigli. In più, proteggiamo la tua bici con la

miglior garanzia nel settore.

•  A P R I    L E    F O T O    P E R    I    D E T T A G L I  •   

City bike donna: cambio nexus 3 velocità

City bike donna: carter in inox

City bike donna: luce posteriore

City bike donna: parafanghi anteriore inox made in Italy

City bike donna: sellino

City bike donna: ruota posteriore

City bike donna: manubrio e luce anteriore

City bike donna: freno posteriore

City bike donna: freno e ruota anteriore

City bike donna: luce anteriore

City bike donna: manopola cambio e leva freno

City bike donna: parte anteriore telaio e ruota

City bike donna

L E O N E S S A

Italiana, elegante e disintiva in città.
Linee classiche ed un cambio moderno per una guida piacevole con minimo sforzo.
Puoi andare dove vuoi in relax.

•   FOTO DETTAGLI  •

City bike donna: carter in inox made in Italy

City bike donna: luce anteriore

City bike donna: freno posteriore e copertone

City bike donna: parafanghi in inox made in Italy

City bike donna: sellino

City bike donna: copertone

•  SCHEDA TECNICA  •

Taglia 46

Statura da 1,60 a 1,75. Tubo verticale 46 cm centro-fine.
 – DI PIÙ – Significa che il tubo verticale è lungo 46 cm dal CENTRO dei pedali alla FINE del tubo stesso (il punto in cui si inserisce il tubo reggisella).
Alcuni produttori danno invece la misura CENTRO-CENTRO. Essa parte sempre dal centro dei pedali, ma termina al centro dell’incrocio fra tubo verticale e tubo orizzontale. Quest’ultimo modo di misurare è meno significativo per scegliere la taglia, perché la parte terminale del tubo verticale viene ignorata, mentre invece conta (può essere lunga anche 4 cm) e determina il limite minimo per l’altezza del sellino.
La possibilità di misurare in due modi differenti, in aggiunta ad altre caratteristiche costruttive, rende poco significativo il confronto fra taglie di modelli e produttori differenti. Perciò, una certa taglia di una bici non equivale alla stessa taglia di un altro modello/produttore. Da un telaio all’altro cambiano le geometrie: angoli differenti, tubi diritti o curvi, più o meno spessi. Per questo e per i differenti modi di misurare citati, non esiste una corrispondenza fissa fra una certa taglia ed un definito range di statura. È il produttore che, conoscendo i propri telai, deve indicare la corrispondenza con il corretto range di statura. 
– CHIUDI –


Taglia 51

Statura da 1,76 a 1,90. Tubo verticale 51 cm centro-fine.
  – DI PIÙ – Vale quanto detto per la taglia 46, con l’ovvia differenza che qui il tubo verticale è lungo 54 cm. – CHIUDI –


Peso bici

Taglia 46: Kg 14,0 – Taglia 51: Kg 15,5.


 Colori

NERO OPACO, BLU, SILVER, VERDE.


Verniciatura

Realizzata in Italia a polvere.
  – DI PIÙ – La verniciatura di una bici può essere a liquido oppure a polvere. Quella a polvere è più dura, resiste meglio a graffi e urti ed ha una maggiore durata nel tempo. Inoltre il processo di verniciatura a polvere è decisamente meno inquinante. – CHIUDI –


Telaio e forcella
Prodotti in Italia in acciaio a congiunzioni saldobrasate.
  – DI PIÙ – Il telaio può essere in acciaio o in alluminio. L’acciaio è più resistente, flessibile ed assorbe le sollecitazioni che arrivano dal terreno. L’alluminio è più leggero, ma è rigido e la struttura che si ottiene è meno resistente.
Le più comuni alternative per saldare i tubi del telaio sono due: saldature TIG e congiunzioni saldobrasate. Le saldature TIG si ottengono per fusione dei bordi di tubo d’acciaio messi a contatto. La saldobrasatura, invece, si realizza fondendo un secondo metallo che viene interposto fra i tubi d’acciaio; questo consente una fusione a temperature molto più basse con minore stress per la struttura saldata. Nel caso della saldobrasatura, le parti, prima di essere saldate, vengono inserite all’interno di speciali congiunzioni metalliche. Perciò, questi telai vengono detti anche “a congiunzione” o “a canne incastrate” ed hanno un aspetto un po’ vintage conferito proprio da tali congiunzioni.
 
– CHIUDI –


Guarnitura
In alluminio. Corona 42 denti. Pedivelle da 170 mm.
  – DI PIÙ – La guarnitura in alluminio ha il vantaggio della leggerezza. Però le nostre guarniture hanno la parte periferica, quella che lavora a contatto con la catena, in acciaio. Questo garantisce una durata molto maggiore perché la catena è in acciaio ed è importante che lo sia anche la parte dentata della guarnitura che è in continuo contatto con essa. Per quanto riguarda il numero di denti della corona, al suo aumentare, la pedalata diventa più pesante. Considerando i rapporti di cambio di cui è dotata questa bici, una corona a 42 denti è ben equilibrata per la città. Infine, per le pedivelle (i bracci che all’estremità portano i pedali), la lunghezza è tipicamente di 170 mm. Differenti lunghezze, maggiori o minori, hanno senso solo nell’uso sportivo. – CHIUDI –


Movimento centrale
A cartuccia con sfere sigillate.
  – DI PIÙ – Il movimento centrale è il componente a cui sono fissate le pedivelle (i bracci con i pedali all’estremità). Alla base del telaio c’è una scatola cilindrica che contiene il movimento centrale. Nel movimento centrale ci sono delle sfere metalliche lubrificate che agevolano la rotazione dei pedali. Queste sfere possono essere libere, oppure sigillate all’interno di una struttura metallica (cartuccia). Un movimento centrale a cartuccia lavora con attrito davvero minimo rispetto ad uno a sfere libere; è molto più affidabile, duraturo e resistente all’acqua. – CHIUDI –


Catena
KMC da 104 maglie in acciaio bruno.


Attacco manubrio
In alluminio con gambo.
  – DI PIÙ – L’attacco del manubrio, detto anche pipa o stem, può essere di due tipi: con gambo oppure aheadset. Quello con gambo, oltre alla parte protesa in avanti a cui si fissa il manubrio, comprende una parte verticale (gambo) che si inserisce nella forcella. Invece, nell’attacco aheadset, il gambo non c’è. Il vantaggio del gambo è nella possibilità di regolare il manubrio in altezza con una escursione molto ampia. Al contrario, i manubri montati su aheadset non sono regolabili in altezza, o lo sono molto poco. – CHIUDI –


Manubrio
In alluminio. Tipo Parma largo 600 mm.
  – DI PIÙ – Il manubrio in alluminio è più leggero. Il tipo Parma (forma raffigurata in foto) è definito così perché in origine era prodotto nel parmense. La larghezza del manubrio su un comodo modello bici da città, è all’incirca corrispondente alla larghezza delle spalle. – CHIUDI –


Leve freni
In alluminio-alluminio.
  – DI PIÙ – Significa che la leva ed il supporto a cui essa è ancorata (fascetta) sono entrambe in alluminio. In alcune bici la fascetta è in resina. La fascetta in alluminio aggiunge qualità perché, oltre alla maggiore resistenza ed affidabilità, consente una frenata più precisa. – CHIUDI –


Freni
V-brake in alluminio.
  – DI PIÙ – Alcune alternative al freno V-brake sono il tipo Caliper (a filo e pinza) ed il Cantilever. Rispetto al Cantilever, il V-brake richiede l’applicazione di una minor forza sulla leva freno. – CHIUDI –


Cerchi
In alluminio da 26 pollici con 36 fori.
  – DI PIÙ – Significa che il diametro del cerchio è da 26 pollici (1 pollice = 2,54 cm) ed indica la misura del copertone che vi si può montare. Il numero dei fori (36) indica quanti raggi ha il cerchio. Un cerchio a 36 raggi (numero massimo) è molto stabile, mentre lo sono meno i cerchi a 32, 28 o con un numero ancora minore di raggi. – CHIUDI –


 Parafanghi
In acciaio inox. Prodotti in Italia.
  – DI PIÙ – I parafanghi sono la parte maggiormente esposta all’acqua ed all’aggressione acida del fango. L’acciaio inox è un’ottima soluzione per evitare che arruginiscano. I parafanghi in acciaio durano a lungo e mantengono la lucentezza nel tempo. – CHIUDI –


Carter
In acciaio inox. Prodotto in Italia.
  – DI PIÙ – Il carter in inox resiste alla ruggine, è duraturo e mantiene la lucentezza nel tempo. – CHIUDI –


Mozzi
In alluminio. A cartuccia. Mozzo posteriore a 18 denti.
  – DI PIÙ – Nei mozzi ci sono delle piccole sfere lubrificate che agevolano la rotazione. I mozzi a cartuccia hanno queste sfere racchiuse all’interno di una struttura sigillata. L’alternativa, più economica, è rappresentata dalle sfere libere. La differenza fra le due soluzioni è significativa. La si può notare, ad esempio, facendo girare in parallelo due ruote uguali che differiscano solo per il mozzo. La ruota con il mozzo a sfere libere si fermerà molto prima, l’altra continuerà a ruotare (anche il 50% di tempo in più) perché ha un attrito molto minore. Il mozzo a cartuccia ha anche durata ed affidabilità ben superiori; nei mozzi a sfere libere può capitare che qualche sfera fuoriesca, cosa che non può mai accadere in un mozzo sigillato a cartuccia.
Per quanto riguarda il numero dei denti, influisce sulla leggerezza della pedalata; essa è più leggera all’aumentare del numero di denti della coroncina posteriore.
 
– CHIUDI –


Raggi
In acciaio zincato da 2 mm di spessore. Flessibili e resistenti.


Pneumatici
KENDA 26 pollici. Massimo comfort. Dotati di camera d’aria.
  – DI PIÙ – La misura 26 pollici è riferita al diametro del copertone (1 pollice = 2,54 mm). Quando in futuro dovessi cambiare un copertone a questa bici, sappi che, se ne vuoi uno esattamente uguale a quello che già hai, la misura che devi cercare è 26 x 2,125 o anche (57-559). Trovi questi dati, ed altri, sul bordo del copertone stesso. – CHIUDI –


Camere d’aria
KENDA 26 pollici con valvola Italia regina.
  – DI PIÙ – Quando in futuro dovessi cambiare una camera d’aria, la misura che devi cercare è 26 x 1,90/2,125. La valvola Italia regina è uno di tre tipi alternativi: Italia regina, Presta e Schrader. Non ci sono elementi per decretare la superiorità di una di esse. – CHIUDI –


Rapporto di marcia
42:18. Equilibrato e versatile.
  – DI PIÙ – È il rapporto fra il numero di denti della corona anteriore e quello della coroncina posteriore. Più è alto, più la pedalata diventa pesante. Per rendere la pedalata più leggera si può ridurre il numero di denti della corona anteriore o aumentare quello della coroncina posteriore. – CHIUDI –


 Cambio
Sigillato NEXUS a 3 velocità.
  – DI PIÙ – Il cambio NEXUS è un’alternativa assolutamente vincente rispetto al cambio tradizionale. È sigillato nel mozzo posteriore ed il passaggio da una marcia all’altra non avviene per spostamento della catena come nei cambi bici tradizionali, bensì attraverso l’accoppiamento di più ruote dentate. I vantaggi sono tanti: puoi cambiare da fermo; puoi cambiare in successione rapida (come in auto e moto) e così avere ripartenze più veloci con minore sforzo; il cambio non è esposto ad urti, acqua e fango, perché è interno e sigillato; non ha praticamente bisogno di manutenzione ed è molto difficile che possa rompersi; non c’è grasso all’esterno come nei cambi tradizionali; a differenza del cambio tradizionale non c’è l’ingombro che impedisce di montare il carter ben aderente alla catena, quindi, qui il carter può proteggere adeguatamente i tuoi abiti. – CHIUDI –


Sella
Skay con elastomeri. Comfort città.


Reggisella
A candela in acciaio cromato.
  – DI PIÙ – Il reggisella è un componente fortemente sollecitato. Per le bici da città classiche (non particolarmente focalizzate sul peso), lo preferiamo in acciaio. In base alla modalità di fissaggio della sella, si distinguono i reggisella a candela e quelli a morsetto integrato. Sono due soluzioni equivalenti, senza ragioni significative per preferire l’una o l’altra. – CHIUDI –


Pedali
In alluminio su sfere.
  – DI PIÙ – I materiali comunemente usati per i pedali delle bici da città classiche, sono l’alluminio o la plastica. I pedali in plastica sono più economici e meno resistenti. I pedali in alluminio e montati su sfere, oltre che più duraturi, hanno una scorrevolezza superiore. – CHIUDI –


 Luci
A led sia l’anteriore che la posteriore.
  – DI PIÙ – I vantaggi più significativi nell’utilizzo delle luci al led su una bici, sono nella maggiore durata e maggior resistenza ad umidità e vibrazioni. – CHIUDI –


 Accessori
In dotazione cavalletto e campanello. A richiesta portapacchi anteriore e/o posteriore.


PRODUZIONE ARTIGIANALE ITALIANA

Il telaio è realizzato a mano da un artigiano della provincia di Monza. È un lavoro altamente specializzato e, in Italia, sono pochi gli artigiani ancora in grado di eseguirlo. Spesso, anche quando il telaio di una bici dovesse essere italiano, esso è prodotto industrialmente. Invece, per questa bici, abbiamo scelto la soluzione di maggior qualità e ne vale davvero la pena. La nostra fiducia nell’affidabilità di questo telaio è tale che te lo garantiamo a vita.
Oltre alla produzione artigianale del telaio, questa bici è assemblata interamente in Italia (in provincia di Milano). Otteniamo così un livello di attenzione a tutte le fasi costruttive e al controllo di qualità finale, altrimenti difficile da raggiungere.

Telaio artigianale per bici da donna

City bike donna: cambio nel mozzo

City bike donna: cambio lato catena

City bike donna: cambio incluso nel mozzo

UN CAMBIO SPECIALE PENSATO PER LE CITY BIKE

  • Manutenzione azzerata
    I componenti sono sigillati e contenuti all’interno del mozzo. Perciò sono protetti dall’acqua, dal fango e dall’azione degli agenti atmosferici. Il risultato è uno stress molto minore rispetto a quello a cui è esposto un cambio tradizionale. Quindi, necessità nulle di pulizia del cambio e manutenzione ordinaria azzerata.

 

  • Lunga durata
    La catena è sempre in linea, nella stessa posizione, e non deve passare da un ingranaggio all’altro; non è sottoposta a continue forze laterali di torsione. La sua durata diventa lunghissima; non c’è necessità di pulirla o lubrificarla frequentemente, né di regolare la tensione di alcun cavo.

 

  • Minore sforzo nelle ripartenze
    Il cambio interno al mozzo ha un funzionamento simile a quello delle moto e perciò, a differenza dei cambi bici tradizionali, può essere sfruttato anche nelle ripartenze, proprio come avviene nei veicoli a motore. Nella guida in città le opportunità di utilizzo in ripartenza sono frequenti (semafori e tutte le situazioni di stop and go). Puoi affrontare la fase di accelerazione iniziale con uno sforzo minore grazie a due caratteristiche di questo cambio:
    – possibilità di cambiare da ferma;
    – immediatezza del passaggio da una marcia all’altra.
    Il cambio è immediato perché la catena non deve spostarsi lateralmente e perciò non devi attendere che giri per prendere posizione su una nuova coroncina come nei cambi bici tradizionali.

 

  • Abiti protetti
    Poiché la catena non si sposta passando da una corona all’altra, come avviene nel cambio classico,  attorno ad essa riusciamo a montare un carter ben aderente. Questo evita qualunque contatto delle parti lubrificate con i tuoi abiti ed è importante soprattutto se usi la bici per andare al lavoro.

 

  • Quasi impossibile danneggiarlo
    I danneggiamenti da urti sono davvero improbabili e certamente minori che nel cambio tradizionale. Il cambio nel mozzo è sigillato, avvolto in una solida struttura metallica ed, in più, ha una posizione che lo mette al riparo dai colpi accidentali (è nella parte più interna, centrale e meno esposta della ruota).

COME FUNZIONA QUESTO CAMBIO SPECIALE?

Il cambio sigillato interno al mozzo è simile al cambio di una moto. Il mozzo posteriore contiene delle ruote dentate che vengono accoppiate in modi differenti così da produrre i differenti rapporti di marcia. A differenza di un cambio tradizionale, non ci sono organi in movimento esterni e la catena rimane sempre sulla stessa linea senza dover passare da una corona dentata all’altra. I componenti chiusi all’interno del mozzo sono immersi in bagno d’olio; ne risulta un sistema protetto e di lunga durata che non richiede manutenzione.

City bike donna: componenti cambio Nexus 3V

City bike donna: carter in acciaio inox made in Italy

PARAFANGHI E CARTER IN ACCIAIO INOX

I parafanghi sono, per definizione, un componente fortemente esposto all’acqua ed al fango; anche il carter lo è. L’umidità e l’acidità del fango sono potenti agenti di ruggine. Dotiamo la tua bici di parafanghi e carter metallici affinche siano resistenti agli urti, ma anche inossidabili in modo che non vengano attaccati dalla ruggine, neppure nelle parti interne. Così anche la loro lucentezza rimane inalterata nel tempo. Sono componenti di qualità prodotti in Italia.

City bike donna: parafanghi in acciaio inox made in Italy

GIÀ  ASSEMBLATA  OLTRE  IL  90%

Ricevi la tua Margot montata per oltre il 90%. Le parti “difficili” (ruota posteriore, catena, corona, movimento centrale, freni e loro collegamenti) sono già tutte montate. Lasciamo che alcune parti finali vengano assemblate a consegna avvenuta, solo per avere un imballo compatto che garantisca il trasporto in massima sicurezza. L’assemblaggio delle parti finali è semplice, ma, per la tua sicurezza, raccomandiamo di farlo eseguire da un tecnico qualificato.

Bici donna da città scatola imballo

•  S C H E D A    T E C N I C A  •

Geometria telaio:

TAGLIA 46 centro-fine.   – DI PIÙ –
Significa che il tubo verticale è lungo 46 cm dal CENTRO dei pedali alla FINE del tubo stesso (il punto in cui si inserisce il tubo reggisella).
Alcuni produttori danno invece la misura CENTRO-CENTRO. Essa parte sempre dal centro dei pedali, ma termina al centro dell’incrocio fra tubo verticale e tubo orizzontale. Quest’ultimo modo di misurare è meno significativo per scegliere la taglia, perché la parte terminale del tubo verticale viene ignorata, mentre invece conta (può essere lunga anche 4 cm) e determina il limite minimo per l’altezza del sellino.
La possibilità di misurare in due modi differenti, in aggiunta ad altre caratteristiche costruttive, rende poco significativo il confronto fra taglie di modelli e produttori differenti. Perciò, una certa taglia di una bici non equivale alla stessa taglia di un altro modello/produttore. Da un telaio all’altro cambiano le geometrie: angoli differenti, tubi diritti o curvi, più o meno spessi. Per questo e per i differenti modi di misurare citati, non esiste una corrispondenza fissa fra una certa taglia ed un definito range di statura. È il produttore che, conoscendo i propri telai, deve indicare la corrispondenza con il corretto range di statura. 
– CHIUDI –

TAGLIA 51 centro-fine. – DI PIÙ –
Vale quanto detto per la taglia 46, con l’ovvia differenza che qui il tubo verticale è lungo 51 cm. – CHIUDI –

Peso bici:

Kg 14,0 (taglia 46) – Kg 15,5 kg (taglia 51).

Colori:

NERO OPACO, BLU, SILVER, VERDE.

Verniciatura:

Realizzata in Italia a polvere.   – DI PIÙ –
La verniciatura di una bici può essere a liquido oppure a polvere. Quella a polvere è più dura, resiste meglio a graffi e urti ed ha una maggiore durata nel tempo. Inoltre il processo di verniciatura a polvere è decisamente meno inquinante. – CHIUDI –

Telaio e Forcella:

Prodotti in Italia in acciaio a congiunzioni saldobrasate.   – DI PIÙ –
Il telaio può essere in acciaio o in alluminio. L’acciaio è più resistente, flessibile ed assorbe le sollecitazioni che arrivano dal terreno. L’alluminio è più leggero, ma è rigido e la struttura che si ottiene è meno resistente.
Le più comuni alternative per saldare i tubi del telaio sono due: saldature TIG e congiunzioni saldobrasate. Le saldature TIG si ottengono per fusione dei bordi di tubo d’acciaio messi a contatto. La saldobrasatura, invece, si realizza fondendo un secondo metallo che viene interposto fra i tubi d’acciaio; questo consente una fusione a temperature molto più basse con minore stress per la struttura saldata. Nel caso della saldobrasatura, le parti, prima di essere saldate, vengono inserite all’interno di speciali congiunzioni metalliche. Perciò, questi telai vengono detti anche “a congiunzione” o “a canne incastrate” ed hanno un aspetto un po’ vintage conferito proprio da tali congiunzioni. 
– CHIUDI –

Guarnitura:

In alluminio. Corona 42 denti. Pedivelle da 170 mm.   – DI PIÙ –
La guarnitura in alluminio ha il vantaggio della leggerezza. Però le nostre guarniture hanno la parte periferica, quella che lavora a contatto con la catena, in acciaio. Questo garantisce una durata molto maggiore perché la catena è in acciaio ed è importante che lo sia anche la parte dentata della guarnitura che è in continuo contatto con essa. Per quanto riguarda il numero di denti della corona, al suo aumentare, la pedalata diventa più pesante. Considerando i rapporti di cambio di cui è dotata questa bici, una corona a 42 denti è ben equilibrata per la città. Infine, per le pedivelle (i bracci che all’estremità portano i pedali), la lunghezza è tipicamente di 170 mm. Differenti lunghezze, maggiori o minori, hanno senso solo nell’uso sportivo. – CHIUDI –

Movimento centrale:

A cartuccia.   – DI PIÙ –
Il movimento centrale è il componente a cui sono fissate le pedivelle (i bracci con i pedali all’estremità). Alla base del telaio c’è una scatola cilindrica che contiene il movimento centrale. Nel movimento centrale ci sono delle sfere metalliche lubrificate che agevolano la rotazione dei pedali. Queste sfere possono essere libere, oppure sigillate all’interno di una struttura metallica (cartuccia). Un movimento centrale a cartuccia lavora con attrito davvero minimo rispetto ad uno a sfere libere; è molto più affidabile, duraturo e resistente all’acqua. – CHIUDI –

Catena:

KMC da 104 maglie in acciaio bruno.

Attacco manubrio:

In alluminio con gambo.   – DI PIÙ –
L’attacco del manubrio, detto anche pipa o stem, può essere di due tipi: con gambo oppure aheadset. Quello con gambo, oltre alla parte protesa in avanti a cui si fissa il manubrio, comprende una parte verticale (gambo) che si inserisce nella forcella. Invece, nell’attacco aheadset, il gambo non c’è. Il vantaggio del gambo è nella possibilità di regolare il manubrio in altezza con una escursione molto ampia. Al contrario, i manubri montati su aheadset non sono regolabili in altezza, o lo sono molto poco. – CHIUDI –

Manubrio:

In alluminio. Tipo Parma largo 600 mm.  – DI PIÙ –
Il manubrio in alluminio è più leggero. Il tipo Parma (forma raffigurata in foto) è definito così perché in origine era prodotto nel parmense. La larghezza del manubrio su un comodo modello bici da città, è all’incirca corrispondente alla larghezza delle spalle. – CHIUDI –

Leve freni:

In alluminio-alluminio.   – DI PIÙ –
Significa che sia la leva che il supporto a cui è ancorata (fascetta) sono in alluminio. In alcune bici la fascetta è in resina. La fascetta in alluminio aggiunge qualità perché, oltre alla maggiore resistenza ed affidabilità, consente una frenata più precisa. – CHIUDI –

Freni:

V-brake in alluminio.  – DI PIÙ –
Alcune alternative al freno V-brake sono il tipo Caliper (a filo e pinza) ed il Cantilever. Rispetto al Cantilever, il V-brake richiede l’applicazione di una minor forza sulla leva freno. – CHIUDI –

Cerchi:

In alluminio da 26 pollici con 36 fori.  – DI PIÙ –
Significa che il diametro del cerchio è da 26 pollici (1 pollice = 2,54 cm) ed indica la misura del copertone che vi si può montare. Il numero dei fori (36) indica quanti raggi ha il cerchio. Un cerchio a 36 raggi (numero massimo) è molto stabile, mentre lo sono meno i cerchi a 32, 28 o con un numero ancora minore di raggi. – CHIUDI –

Parafanghi: 

In acciaio inox. Prodotti in Italia.   – DI PIÙ –
I parafanghi sono la parte maggiormente esposta all’acqua ed all’aggressione acida del fango. L’acciaio inox è un’ottima soluzione per evitare che arruginiscano. I parafanghi in acciaio durano a lungo e mantengono la lucentezza nel tempo. – CHIUDI –

Carter: 

In acciaio inox. Prodotto in Italia.   – DI PIÙ –
Il carter in inox resiste alla ruggine, è duraturo e mantiene la lucentezza nel tempo. – CHIUDI –

Mozzi:

In alluminio. A cartuccia. Mozzo posteriore a 18 denti.   – DI PIÙ –
Nei mozzi ci sono delle piccole sfere lubrificate che agevolano la rotazione. I mozzi a cartuccia hanno queste sfere racchiuse all’interno di una struttura sigillata. L’alternativa, più economica, è rappresentata dalle sfere libere. La differenza fra le due soluzioni è significativa. La si può notare, ad esempio, facendo girare in parallelo due ruote uguali che differiscano solo per il mozzo. La ruota con il mozzo a sfere libere si fermerà molto prima, l’altra continuerà a ruotare (anche il 50% di tempo in più) perché ha un attrito molto minore. Il mozzo a cartuccia ha anche durata ed affidabilità ben superiori; nei mozzi a sfere libere può capitare che qualche sfera fuoriesca, cosa che non può mai accadere in un mozzo sigillato a cartuccia.
Per quanto riguarda il numero dei denti, influisce sulla leggerezza della pedalata; essa è più leggera all’aumentare del numero di denti della coroncina posteriore. 
– CHIUDI –

Raggi:

In acciaio zincato, da 2 mm di spessore. Flessibili e resistenti.

Pneumatici:

KENDA 26 pollici. Massimo comfort. Dotati di camera d’aria.   – DI PIÙ –
La misura 26 pollici è riferita al diametro del copertone (1 pollice = 2,54 mm). Quando in futuro dovessi cambiare un copertone a questa bici, sappi che, se ne vuoi uno esattamente uguale a quello che già hai, la misura che devi cercare è 26 x 2,125 o anche (57-559). Trovi questi dati, ed altri, sul bordo del copertone stesso. – CHIUDI –

Camere d’aria:

KENDA 26 pollici x 1,90/2,125 con valvola Italia regina.  – DI PIÙ –
Quando in futuro dovessi cambiare una camera d’aria, la misura che devi cercare è 26 x 1,90/2,125. La valvola Italia regina è uno di tre tipi alternativi: Italia regina, Presta e Schrader. Non ci sono elementi per decretare la superiorità di una di esse. – CHIUDI –

Rapporto di marcia:

42:18. Equilibrato e versatile.   – DI PIÙ –
È il rapporto fra il numero di denti della corona anteriore e quello della coroncina posteriore. Più è alto, più la pedalata diventa pesante. Per rendere la pedalata più leggera si può ridurre il numero di denti della corona anteriore o aumentare quello della coroncina posteriore. – CHIUDI –

Cambio:

Sigillato NEXUS 3 velocità.   – DI PIÙ –
Il cambio NEXUS è un’alternativa assolutamente vincente rispetto al cambio tradizionale. È sigillato nel mozzo posteriore ed il passaggio da una marcia all’altra non avviene per spostamento della catena come nei cambi bici tradizionali, bensì attraverso l’accoppiamento di più ruote dentate. I vantaggi sono tanti: puoi cambiare da fermo; puoi cambiare in successione rapida (come in auto e moto) e così avere ripartenze più veloci con minore sforzo; il cambio non è esposto ad urti, acqua e fango, perché è interno e sigillato; non ha praticamente bisogno di manutenzione ed è molto difficile che possa rompersi; non c’è grasso all’esterno come nei cambi tradizionali; a differenza del cambio tradizionale non c’è l’ingombro che impedisce di montare il carter ben aderente alla catena, quindi, qui il carter può proteggere adeguatamente i tuoi abiti. – CHIUDI –

Sella:

Skay con elastomeri. Comfort città.

Reggisella:

A candela in acciaio cromato.   – DI PIÙ –
Il reggisella è un componente fortemente sollecitato. Per le bici da città classiche (non particolarmente focalizzate sul peso), lo preferiamo in acciaio. In base alla modalità di fissaggio della sella, si distinguono i reggisella a candela e quelli a morsetto integrato. Sono due soluzioni equivalenti, senza ragioni significative per preferire l’una o l’altra. – CHIUDI –

Pedali:

In alluminio su sfere.   – DI PIÙ –
I materiali comunemente usati per i pedali delle bici da città classiche, sono l’alluminio o la plastica. I pedali in plastica sono più economici e meno resistenti. I pedali in alluminio e montati su sfere, oltre che più duraturi, hanno una scorrevolezza superiore. – CHIUDI –

Luci:

A led sia anteriore che posteriore.   – DI PIÙ –
I vantaggi più significativi nell’utilizzo delle luci al led su una bici, sono nella maggiore durata e maggior resistenza ad umidità e vibrazioni. – CHIUDI –

Accessori:

In dotazione: cavalletto e campanello. A richiesta: portapacchi anteriore e/o posteriore.

Anche ritiro in deposito ad Arese (MI). Eviti le spese di spedizione.

LA  PIÙ  AMPIA  GARANZIA  NEL  MERCATO  BICI

La tua bici Margot è prodotta con attenzione alla qualità per durare nel tempo.
Ci impegniamo per darti un prodotto affidabile, vogliamo che tu ne sia soddisfatta e ci aiuti a diffonderlo.
In più, proteggiamo la tua bici fissa con la miglior garanzia nel mercato bici:

– il telaio è garantito A VITA;

– gli altri componenti sono garantiti 2 ANNI.

LE BICI MARGOT SI DIFFONDONO SOLO PER PASSAPAROLA!

LE BICI MARGOT SI DIFFONDONO SOLO PER PASSAPAROLA!

City bike donna: fanale anteriore

City bike donna: sezione anteriore

City bike donna: fanale anteriore

City bike donna: sezione anteriore

City bike donna: fanale anteriore

City bike donna: sezione anteriore

Non ci sono ancora recensioni per questo prodotto

Lascia il tuo commento

LE BICI DA CITTÀ MARGOT

Bici classiche uomo e donna

Fixed bikes

E-bikes a pedalata assistita

I RICAMBI PER BICI DA CITTÀ MARGOT

Disponibile qualunque ricambio

Le foto seguenti si riferiscono ai soli componenti utili per una personalizzazione a bici ricevuta. Al di là di essi, essendo la tua bici prodotta artigianalmente da noi, puoi contare su qualunque ricambio. Per necessità differenti dai ricambi in foto, contattaci telefonicamente, via whatsapp o via email.

LE BICI DA CITTÀ MARGOT

BICI CLASSICHE UOMO E DONNA

FIXED BIKES

E-BIKES A PEDALATA ASSISTITA

I RICAMBI PER BICI DA CITTÀ MARGOT

Disponibile qualunque ricambio

Le foto seguenti si riferiscono ai soli componenti utili per una personalizzazione a bici ricevuta. Al di là di essi, essendo la tua bici prodotta artigianalmente da noi, puoi contare su qualunque ricambio. Per necessità differenti dai ricambi in foto, contattaci telefonicamente, via whatsapp o via email.