BICI ELETTRICA CON MOTORE ZEHUS AIO+ (All-in-one plus)

BICI ELETTRICA CON MOTORE ZEHUS AIO+ (All-in-one plus)

Zehus AIO+

Zehus AIO+

L’efficienza genera bellezza.

L’efficienza genera bellezza.

All-In-One plus. Come si può aumentare l’autonomia di una bici elettrica preservando la leggerezza ed il design? Il motore Zehus AIO+ è la risposta perché è il sistema integrato che, in soli 3,2 kg di peso, vanta la maggior quantità di energia erogata (densità 50 Wh/kg). 

All-In-One.  Come si può aumentare l’autonomia di una bici elettrica preservando la leggerezza ed il design? Il motore Zehus AIO+ è la risposta perché è il sistema integrato che, in soli 3,2 kg di peso, vanta la maggior quantità di energia erogata (densità 50 Wh/kg).

Il motore Zehus AIO+ della bici elettrica OLYMPUS-ZERO.

Sistema integrato motore-batteria Zehus AIO+.
Compatto.
Leggero.
Efficiente.

Il motore Zehus AIO+ della bici elettrica OLYMPUS-ZERO.

Sistema integrato motore-batteria Zehus AIO+. Compatto. Leggero. Efficiente.

I vantaggi del sistema integrato.  Zehus AIO+ pesa meno, assorbe meno energia, è più semplice, è più efficiente, è più affidabile (il motore ha una vita utile di oltre 30.000 km). Il mozzo posteriore contiene tutto l’hardware: il pacco batterie avvolge il motore brushless; il sensore di velocità dei pedali è nel meccanismo di ruota libera. Nel mozzo sono alloggiati anche la centralina, l’interfaccia bluetooth, i sensori di velocità della bici, di inclinazione e di coppia. L’efficienza elimina i vincoli strutturali e né motore, né batteria modificano le linee del telaio. La tua bici OLYMPUS-ZERO ha la libertà di essere bella.

I vantaggi del sistema integrato.  Zehus AIO+ pesa meno, assorbe meno energia, è più semplice, è più efficiente, è più affidabile (il motore ha una vita utile di oltre 30.000 km). Il mozzo posteriore contiene tutto l’hardware: il pacco batterie avvolge il motore brushless; il sensore di velocità dei pedali è nel meccanismo di ruota libera. Nel mozzo sono alloggiati anche la centralina, l’interfaccia bluetooth, i sensori di velocità e quelli di coppia. L’efficienza elimina i vincoli strutturali e né motore, né batteria modificano le linee del telaio. La tua bici OLYMPUS-ZERO ha la libertà di essere bella.

Margot OLYMPUS-ZERO: è elettrica, ma il telaio conserva la libertà di una bici muscolare. Nessuna modifica.

Margot OLYMPUS-ZERO: è elettrica, ma il telaio conserva la libertà di una bici muscolare. Nessuna modifica.

DATI TECNICI AIO+
Motore: DC brushless, 250 W, 24 V.
Pacco batterie: agli ioni di litio, 30V e 160 Wh. N°8 elementi in serie per un peso totale di 970 gr.
Ricariche: >1.0001 fino ad un equivalente di oltre 30.000 km.
Tempo di ricarica: 3 ore.2
Autonomia: OLYMPUS-ZERO da 35 km ad autonomia infinita.
ECU (Electronic Control Unit).3
BMS (Battery Management System): contiene l’accelerometro triassiale oltre agli altri componenti comuni.4

DATI TECNICI AIO+
Motore: DC brushless, 250 W, 24 V.
Pacco batterie: agli ioni di litio, 30V e 160 Wh. N°8 elementi in serie per un peso totale di 970 gr.
Ricariche: >1.0001 fino ad un equivalente di oltre 30.000 km.
Tempo di ricarica: 3 ore.2
Autonomia: OLYMPUS-ZERO da 35 km ad autonomia infinita.
ECU (Electronic Control Unit).3
BMS (Battery Management System): contiene l’accelerometro triassiale oltre agli altri componenti comuni.4

Margot OLYMPUS-ZERO

Margot OLYMPUS-ZERO

  1. Si tratta di una quantità assolutamente prudenziale e garantita in qualunque condizione standard di ricarica. In più, come per tutte le batterie, ci sono condizioni che favoriscono un ulteriore incremento del numero potenziale di ricariche. Fra queste condizioni: ricaricare d’abitudine parzialmente (ad esempio al 80% che, per la nostra batteria, si raggiunge in circa 2 ore di collegamento alla rete elettrica); alternare, saltuariamente, una ricarica completa al 100%; usare il motore in Bike+ (visto che tiene il livello della batteria a livelli intermedi). Un altro accorgimento è non scaricare completamente la batteria, ma esso è già assicurato dal funzionamento del sistema AIO+ che è tarato per mantenere comunque una carica residua anche dopo l’indicazione 0% sul dispaly.
  2. Già in 2 ore circa si ottiene una ricarica parziale del 80%. Trascorse 3 ore, a ricarica completa, la spia dell’alimentatore potrebbe non virare ancora al verde; accade perché è in corso il ribilanciamento, tuttavia la ricarica è completa.
  3. Include un microcontrollore, un modulo bluetooth, l’elettronica di controllo motore e una linea CAN-bus per dialogare con il BMS.
  4. Un microconduttore, un modulo di controllo per le batterie e una linea CAN-bus per dialogare con la ECU.
  1. Si tratta di una quantità assolutamente prudenziale e garantita in qualunque condizione standard di ricarica. In più, come per tutte le batterie, ci sono condizioni che favoriscono un ulteriore incremento del numero potenziale di ricariche. Fra queste condizioni: ricaricare d’abitudine parzialmente (ad esempio al 80% che, per la nostra batteria, si raggiunge in circa 2 ore di collegamento alla rete elettrica); alternare, saltuariamente, una ricarica completa al 100%; usare il motore in Bike+ (visto che tiene il livello della batteria a livelli intermedi). Un altro accorgimento è non scaricare completamente la batteria, ma esso è già assicurato dal funzionamento del sistema AIO+ che è tarato per mantenere comunque una carica residua anche dopo l’indicazione 0% sul dispaly.
  2. Già in 2 ore circa si ottiene una ricarica parziale del 80%. Trascorse 3 ore, a ricarica completa, la spia dell’alimentatore potrebbe non virare ancora al verde; accade perché è in corso il ribilanciamento, tuttavia la ricarica è completa.
  3. Include un microcontrollore, un modulo bluetooth, l’elettronica di controllo motore e una linea CAN-bus per dialogare con il BMS.
  4. Un microconduttore, un modulo di controllo per le batterie e una linea CAN-bus per dialogare con la ECU.