Questioni di peso

Questioni di peso

Così leggera, che hai due bici in una.
Oggi quale vuoi usare?

Così leggera, che hai due bici in una.
Oggi quale vuoi usare?

Elettrica a pedalata assistita. Nei giorni lavorativi hai dei tempi da rispettare e vuoi arrivare alla meta fresco/a. Elettrica in modalità turbo fa per te. 

Elettrica a pedalata assistita. Nei giorni lavorativi hai dei tempi da rispettare e vuoi arrivare alla meta fresco/a. Elettrica in modalità turbo fa per te. 

Il peso della bici elettrica OLYMPUS-ZERO è davvero contenuto. Modalità TURBO ed arrivi fresco/a al laoro.

Il peso della bici elettrica OLYMPUS-ZERO è davvero contenuto. Modalità TURBO ed arrivi fresco/a al laoro.

Tradizionale da città. Oggi vuoi fare un po’ di moto e pedalare nel parco con la tua famiglia. Loro hanno delle bici tradizionali da città, belle e leggere. Anche tu.1 

Tradizionale da città. Oggi vuoi fare un po’ di moto e pedalare nel parco con la tua famiglia. Loro hanno delle bici tradizionali da città, belle e leggere. Anche tu.1 

Puoi usare la bici elettrica OLYMPUS-ZERO come tradizionale senza svantaggi, perché pesa anche meno di una tradizionale.

Puoi usare la bici elettrica OLYMPUS-ZERO come tradizionale senza svantaggi, perché pesa anche meno di una tradizionale.

L’esperienza insegna che la leggerezza è importante. In alcuni paesi, una lunga esperienza nel mercato della bici elettrica sta suggerendo nuovi criteri di scelta; gli utenti stanno dando grande importanza al peso ed agli ingombri della bici. Inizialmente guardavano solo all’autonomia ed acquistavano con disinvoltura bici pesanti, pensando “la spingerà il motore”. In quei paesi l’idea di bici elettrica da città è cambiata. Hanno sperimentato che, anche se è il motore a spingere la bici, il peso ha inconvenienti che si ripropongono ad ogni utilizzo:
– appena superi i 25 km/h e vai solo di gambe, la differenza negativa di avere una bici pesante la senti tutta;
– se devi fare una rampa di scale, fa differenza portare su una bici da 14 kg o da 24 kg;
– in una frenata in emergenza, l’arresto di una bici leggera è ben più immediato;
– una bici pesante è poco maneggevole, ingombrante e la sua estetica è alterata dai volumi di motore e batteria.
Chi è alla sua seconda bici elettrica da città, non vuole ripetere errori già fatti e chiede caratteristiche nuove:
“l’autonomia è importante, ma non deve inutilmente eccedere i km che effettivamente percorrerò ogni giorno, perché è tutto peso e volume di batteria che mi porto dietro”;
“la bici deve essere leggera e le forme agili. L’ideale è che appaia come una bici a pedalata muscolare, senza differenze estetiche”.

Margot OLYMPUS-ZERO bici elettrica a pedalata assistita pesa 14,2 kg (taglia media); anche meno di una bici tradizionale. 

L’esperienza insegna che la leggerezza è importante. In alcuni paesi, una lunga esperienza nel mercato della bici elettrica sta suggerendo nuovi criteri di scelta; gli utenti stanno dando grande importanza al peso ed agli ingombri della bici. Inizialmente guardavano solo all’autonomia ed acquistavano con disinvoltura bici pesanti, pensando “la spingerà il motore”. In quei paesi l’idea di bici elettrica da città è cambiata. Hanno sperimentato che, anche se è il motore a spingere la bici, il peso ha inconvenienti che si ripropongono ad ogni utilizzo:
– appena superi i 25 km/h e vai solo di gambe, la differenza negativa di avere una bici pesante la senti tutta;
– se devi fare una rampa di scale, fa differenza portare su una bici da 14 kg o da 24 kg;
– in una frenata in emergenza, l’arresto di una bici leggera è ben più immediato;
– una bici pesante è poco maneggevole, ingombrante e la sua estetica è alterata dai volumi di motore e batteria.
Chi è alla sua seconda bici elettrica da città, non vuole ripetere errori già fatti e chiede caratteristiche nuove:
“l’autonomia è importante, ma non deve inutilmente eccedere i km che effettivamente percorrerò ogni giorno, perché è tutto peso e volume di batteria che mi porto dietro”;
“la bici deve essere leggera e le forme agili. L’ideale è che appaia come una bici a pedalata muscolare, senza differenze estetiche”.

Margot OLYMPUS-ZERO bici elettrica a pedalata assistita pesa 14,2 kg (taglia media); anche meno di una bici tradizionale. 

Margot OLYMPUS-ZERO

Margot OLYMPUS-ZERO

  1. L’attrito del motore AIO+ da spento è trascurabile; puoi assumere che non ci sia. In realtà, poiché AIO+ è un motore brushless, non si tratta neppure di un attrito vero e proprio, ma di una forza magnetica (cogging) davvero minima. Sono state fatte diverse prove per quantificarla ed il risultato è che incide meno del 1%. Cosa vuol dire? Assumi di essere su una bici tradizionale uguale per aerodinamica e peso ad OLYMPUS-ZERO; su quella bici devi compiere un certo sforzo per percorrere 100 metri. Se compi quello stesso sforzo, sullo stesso percorso, con la tua OLYMPUS-ZERO a motore spento, percorri circa 99 metri.
  1. L’attrito del motore AIO+ da spento è trascurabile; puoi assumere che non ci sia. In realtà, poiché AIO+ è un motore brushless, non si tratta neppure di un attrito vero e proprio, ma di una forza magnetica (cogging) davvero minima. Sono state fatte diverse prove per quantificarla ed il risultato è che incide meno del 1%. Cosa vuol dire? Assumi di essere su una bici tradizionale uguale per aerodinamica e peso ad OLYMPUS-ZERO; su quella bici devi compiere un certo sforzo per percorrere 100 metri. Se compi quello stesso sforzo, sullo stesso percorso, con la tua OLYMPUS-ZERO a motore spento, percorri circa 99 metri.