Zero emissioni

Zero emissioni

Modalità Bike+. La bici elettrica a zero emissioni ed autonomia infinita.

Modalità Bike+. La bici elettrica a zero emissioni ed autonomia infinita.

OLYMPUS-ZERO è equipaggiata con il binomio motore-batteria AIO+ ed ha 6 modalità di marcia:
1) TURBO: è la pedalata assistita come prevista dalla legge, detta anche pedelec (massima potenza 250 W).
2) E-BIKE: è una pedalata assistita che eroga una potenza un po’ minore dei 250 W massimi consentiti.
3) RANGE I: eroga la potenza di 250 W nelle fasi di assistenza; a queste fasi se ne alternano altre di recupero dell’energia.
4) RANGE II: nelle parti di percorso ad impegno intermedio, eroga una potenza un po’ inferiore a 250 W; alle fasi di assistenza se ne alternano altre di recupero dell’energia.
5) RANGE III: nelle stesse parti di percorso su indicate, eroga una potenza ulteriormente inferiore; alle fasi di assistenza se ne alternano altre di recupero dell’energia.
6) Bike+: è la modalità di marcia che rende OLYMPUS-ZERO assolutamente unica  rispetto a tutte le altre bici elettriche da città esistenti.

 

COSA È LA MODALITÀ Bike+
La modalità Bike+ è un concetto nuovo, differente da quello già noto di bici elettrica. La presenza del motore elettrico può portarti a pensare che la modalità Bike+ funzioni in modo simile ad una attuale bici elettrica, di cui sia una semplice variante. Non è così perché:
– la bici elettrica ti aiuta usando l’energia della rete elettrica che viene accumulata nella batteria;
– la modalità Bike+ di OLYMPUS-ZERO ti aiuta usando solo la tua energia (accumulata nella batteria).
In modalità Bike+, concettualmente, sei su un mezzo più vicino ad una bici a pedalata muscolare che non ad una bici elettrica: la bici a pedalata muscolare usa solo la tua energia ed è a zero emissioni, la modalità Bike+ fa esattamente lo stesso.
Qual è allora la funzione del motore elettrico in modalità Bike+? Catturare parte della tua energia in fasi di pedalata “facili” e restituirla in fasi “difficili”. NON è una compensazione a somma zero. Hai un grande vantaggio perché, per ragioni metaboliche, la tua sensibilità alla sottrazione di energia nelle fasi “facili” è molto bassa (e il tuo sforzo non aumenta); invece ti accorgi significativamente del positivo apporto di energia nelle fasi “difficili” (perciò il tuo sforzo si riduce notevolmente). Il risultato è che in modalità Bike+ puoi compiere un identico percorso cittadino spendendo almeno il 35% di energia in meno che non con una bici a pedalata muscolare.

 

COME FUNZIONA LA MODALITÀ Bike+
Bike+ è una modalità di marcia che:
– in situazioni di pedalata sfavorevoli (partenza, accelerazione, salita), ti aiuta erogando potenza fino a 250 W dal motore elettrico (esattamente come una elettrica a pedalata assistita);
– in situazioni di pedalata favorevoli (andatura in piano a velocita costante e piuttosto elevata, discesa), sottrae una parte dell’energia che immetti nel sistema.
Ne deriva una pedalata fluida, continua e costante. Non avverti quasi la sottrazione di energia nelle fasi di crocera e discesa, perché essa avviene mentre l’inerzia è a tuo favore; invece apprezzi decisamente l’aiuto nelle fasi di pedalata difficoltosa, perché esso arriva proprio quando ne hai bisogno per vincere l’inerzia sfavorevole. Il risultato è che completi uno stesso percorso con almeno il 35% di consumo di ossigeno (cioè di di fatica) in meno. 

È esattamente lo stesso principio delle auto ibride NON plug-in (come la Toyota Prius) che lì coinvolge il binomio motore a combustione/motore elettrico. AIO+ è l’unico sistema al mondo in grado di applicare quello stesso principio al binomio motore umano/motore elettrico. Sia nell’auto ibrida non plug-in che nella bici in modalità Bike+, il motore elettrico non viene mai collegato alla rete elettrica perché NON ha la funzione di utilizzare energia proveniente dall’esterno, ma di ottimizzare la gestione di quella che arriva dal motore (a combustione o “umano” che sia). Ciò determina un evidente aumento di efficienza ed il sistema copre uno stesso percorso con meno carburante (auto) o minore sforzo del ciclista (bici).
Il motore elettrico agisce come uno scambiatore di energia, per cui, nella bici:
a) eroga energia ed aiuta, appianando i picchi di fatica, quando il motore “umano” è in difficoltà;
b) sottrae energia, riducendo la sensazione di vento in poppa, quando il motore “umano” agisce in condizioni di elevata efficienza.
È questa continua attività di “peak shaving” che porta a coprire in città uno stesso percorso con oltre il 35% di fatica in meno. 

 

COME AIO+ REALIZZA TUTTO QUESTO
Il sistema AIO+ ha 6 modalità di marcia e fra esse c’è Bike+. Si tratta dell’unica modalità di marcia al mondo che consente di ottenere una bici ibrida NON plug-in. Una bici elettrica a zero emissioni da città che, nell’utilizzo dell’energia del ciclista, è largamente più efficiente di qualunque altra bici in circolazione. AIO+ è una tecnologia di Zehus ed incorpora un brevetto sviluppato con il Politecnico di Milano. Il brevetto è un know how proprietario a cui nessun altro concorrente ha accesso. Il cuore tecnologico di AIO+ che dà unicità alla modalità di marcia Bike+, è il sensore di pendenza. Un componente inserito all’interno di un insieme di tre sensori, ragione per cui si parla di sistema triassiale di sensori (Triaxial sensors).

 

LA MODALITÀ Bike+ FA PER TE?
Il target utenti della modalità Bike+ non coincide con quello della pedalata assistita (che comunque hai a disposizione selezionando “TURBO” sulla tua OLYMPUS-ZERO).
Chi è interessato alla bici elettrica a pedalata assistita, desidera avere tutti i vantaggi della bici pedalando il meno possibile, fino al limite consentito dalla legge (magari confida anche che un domani il limite dei 25 km/h possa essere innalzato). Spesso non si tratta di “appassionati”, queste persone non usano già diffusamente la bici in città e ne incrementano l’uso proprio perché motivate dalla pedalata assistita.
Al contrario, chi è in target Bike+, spesso è già un forte utilizzatore della bici in città e, ancor più per questo, auspica che il sistema uomo-bici diventi il più efficiente possibile. Si tratta di persone che,
 passando a Bike+, probabilmente non incrementeranno ulteriormente l’utilizzo della bici in città, ma vivranno l’esperienza d’uso con un livello di soddisfazione mai raggiunto prima.
Bike+ non è un’innovazione che produce l’effetto di “mettere più persone in bici”; in questo riesce certo meglio la pedalata assistita (cioè la modalità TURBO di OLYMPUS-ZERO) a cui comunque puoi passare con un touch.
I ciclisti in target Bike+ hanno una forte affinità con il mezzo bici e lo vedono vincente su tutti gli altri al traguardo della storia della mobilità urbana. Sono persone focalizzate su soluzioni di alta efficienza per la bici da città. Vogliono però che rimanga una bici autentica che si muove con l’energia dell’uomo, non solo perché così è a zero emissioni e davvero ecologica, ma anche perché è salutare e “mi tiene in forma”. Per questi ciclisti, la possibilità che un domani il motore delle bici a pedalata assistita possa essere alimentato con energia rinnovabile invece che elettrica, sebbene vista con favore, non sposta la questione perché “Pedalare mi piace e mi fa bene. Quando mi sposto in bici voglio che l’energia sia utilizzata davvero al massimo dell’efficienza possibile, ma deve essere la mia energia!”.

 

FINO AD OGGI NON C’ERANO ALTERNATIVE…
Le bici sono ormai così evolute che per gli utilizzatori non è facile immaginarne di diverse che vadano oltre le esistenti; è l’industria che indirizza le aspettative. Allora, anche le persone in target per la modalità Bike+, finora “indirizzate” da proposte come la pedalata assistita, avevano accettato l’idea che la possibilità di ridurre il proprio sforzo su un certo percorso cittadino, dovesse passare necessariamente attraverso una immissione di energia elettrica dall’esterno. Così, anche su queste persone a cui pedalare piace molto, ha fatto breccia il concetto di pedalata assistita che, pur non ideale per loro, non aveva alternative.

ORA CON LA MODALITÀ Bike+ DI OLYMPUS-ZERO L’ALTERNATIVA C’È!

Non avevi immaginato di poter ridurre significativamente il tuo sforzo già solo ottimizzando la gestione della tua stessa energia! Bike+ dimostra che è possibile senza apporti energetici esterni ed a zero emissioni. Con Bike+, pur pedalando su una bici da città senza le sofisticazioni della bici da competizione, fai un balzo in avanti nell’efficienza!
In modalità Bike+, OLYMPUS-ZERO ha un motore elettrico che, a differenza di tutte le altre bici elettriche, viene usato per gestire la tua energia a livelli d’efficienza mai raggiunti prima. L’essenza di questa bici dotata di motore elettrico è:

LA BICI  DA CITTÀ CHE OTTIMIZZA LA TUA ENERGIA

Non farti fuorviare dalla presenza dell’alimentatore e della presa per la ricarica della tua OLYMPUS-ZERO. Ci sono solo perché necessari per le altre 5 modalità di marcia a tua disposizione. Se userai la tua OLYMPUS-ZERO sempre in Bike+, puoi buttare via l’alimentatore e sigillare il plug-in.

 

CAMBIARE MODALITÀ È SEMPLICE
Vai al lavoro abitualmente in bici e ti senti totalmente soddisfatto/a con Bike+; ma oggi fa particolarmente caldo, sei in ritardo ed hai una riunione in cui vuoi entrare fresco/a come parti: ti serve TURBO. In un attimo, con l’app bitride passi da Bike+ a TURBO e vai!

OLYMPUS-ZERO è equipaggiata con il binomio motore-batteria AIO+ ed ha 6 modalità di marcia:
1) TURBO: è la pedalata assistita come prevista dalla legge, detta anche pedelec (massima potenza 250 W).
2) E-BIKE: è una pedalata assistita che eroga una potenza un po’ minore dei 250 W massimi consentiti.
3) RANGE I: eroga la potenza di 250 W nelle fasi di assistenza; a queste fasi se ne alternano altre di recupero dell’energia.
4) RANGE II: nelle parti di percorso ad impegno intermedio, eroga una potenza un po’ inferiore a 250 W; alle fasi di assistenza se ne alternano altre di recupero dell’energia.
5) RANGE III: nelle stesse parti di percorso su indicate, eroga una potenza ulteriormente inferiore; alle fasi di assistenza se ne alternano altre di recupero dell’energia.
6) Bike+: è la modalità di marcia che rende OLYMPUS-ZERO assolutamente unica  rispetto a tutte le altre bici elettriche da città esistenti.

 

COSA È LA MODALITÀ Bike+
La modalità Bike+ è un concetto nuovo, differente da quello già noto di bici elettrica. La presenza del motore elettrico può portarti a pensare che la modalità Bike+ funzioni in modo simile ad una attuale bici elettrica, di cui sia una semplice variante. Non è così perché:
– la bici elettrica ti aiuta usando l’energia della rete elettrica che viene accumulata nella batteria;
– la modalità Bike+ di OLYMPUS-ZERO ti aiuta usando solo la tua energia (accumulata nella batteria).
In modalità Bike+, concettualmente, sei su un mezzo più vicino ad una bici a pedalata muscolare che non ad una bici elettrica: la bici a pedalata muscolare usa solo la tua energia ed è a zero emissioni, la modalità Bike+ fa esattamente lo stesso.
Qual è allora la funzione del motore elettrico in modalità Bike+? Catturare parte della tua energia in fasi di pedalata “facili” e restituirla in fasi “difficili”. NON è una compensazione a somma zero. Hai un grande vantaggio perché, per ragioni metaboliche, la tua sensibilità alla sottrazione di energia nelle fasi “facili” è molto bassa (e il tuo sforzo non aumenta); invece ti accorgi significativamente del positivo apporto di energia nelle fasi “difficili” (perciò il tuo sforzo si riduce notevolmente). Il risultato è che in modalità Bike+ puoi compiere un identico percorso cittadino spendendo almeno il 35% di energia in meno che non con una bici a pedalata muscolare.

 

COME FUNZIONA LA MODALITÀ Bike+
Bike+ è una modalità di marcia che:
– in situazioni di pedalata sfavorevoli (partenza, accelerazione, salita), ti aiuta erogando potenza fino a 250 W dal motore elettrico (esattamente come una elettrica a pedalata assistita);
– in situazioni di pedalata favorevoli (andatura in piano a velocita costante e piuttosto elevata, discesa), sottrae una parte dell’energia che immetti nel sistema.
Ne deriva una pedalata fluida, continua e costante. Non avverti quasi la sottrazione di energia nelle fasi di crocera e discesa, perché essa avviene mentre l’inerzia è a tuo favore; invece apprezzi decisamente l’aiuto nelle fasi di pedalata difficoltosa, perché esso arriva proprio quando ne hai bisogno per vincere l’inerzia sfavorevole. Il risultato è che completi uno stesso percorso con almeno il 35% di consumo di ossigeno (cioè di di fatica) in meno. 

È esattamente lo stesso principio delle auto ibride NON plug-in (come la Toyota Prius) che lì coinvolge il binomio motore a combustione/motore elettrico. AIO+ è l’unico sistema al mondo in grado di applicare quello stesso principio al binomio motore umano/motore elettrico. Sia nell’auto ibrida non plug-in che nella bici in modalità Bike+, il motore elettrico non viene mai collegato alla rete elettrica perché NON ha la funzione di utilizzare energia proveniente dall’esterno, ma di ottimizzare la gestione di quella che arriva dal motore (a combustione o “umano” che sia). Ciò determina un evidente aumento di efficienza ed il sistema copre uno stesso percorso con meno carburante (auto) o minore sforzo del ciclista (bici).
Il motore elettrico agisce come uno scambiatore di energia, per cui, nella bici:
a) eroga energia ed aiuta, appianando i picchi di fatica, quando il motore “umano” è in difficoltà;
b) sottrae energia, riducendo la sensazione di vento in poppa, quando il motore “umano” agisce in condizioni di elevata efficienza.
È questa continua attività di “peak shaving” che porta a coprire in città uno stesso percorso con oltre il 35% di fatica in meno. 

 

COME AIO+ REALIZZA TUTTO QUESTO
Il sistema AIO+ ha 6 modalità di marcia e fra esse c’è Bike+. Si tratta dell’unica modalità di marcia al mondo che consente di ottenere una bici ibrida NON plug-in. Una bici elettrica a zero emissioni da città che, nell’utilizzo dell’energia del ciclista, è largamente più efficiente di qualunque altra bici in circolazione. AIO+ è una tecnologia di Zehus ed incorpora un brevetto sviluppato con il Politecnico di Milano. Il brevetto è un know how proprietario a cui nessun altro concorrente ha accesso. Il cuore tecnologico di AIO+ che dà unicità alla modalità di marcia Bike+, è il sensore di pendenza. Un componente inserito all’interno di un insieme di tre sensori, ragione per cui si parla di sistema triassiale di sensori (Triaxial sensors).

 

LA MODALITÀ Bike+ FA PER TE?
Il target utenti della modalità Bike+ non coincide con quello della pedalata assistita (che comunque hai a disposizione selezionando “TURBO” sulla tua OLYMPUS-ZERO).
Chi è interessato alla bici elettrica a pedalata assistita, desidera avere tutti i vantaggi della bici pedalando il meno possibile, fino al limite consentito dalla legge (magari confida anche che un domani il limite dei 25 km/h possa essere innalzato). Spesso non si tratta di “appassionati”, queste persone non usano già diffusamente la bici in città e ne incrementano l’uso proprio perché motivate dalla pedalata assistita.
Al contrario, chi è in target Bike+, spesso è già un forte utilizzatore della bici in città e, ancor più per questo, auspica che il sistema uomo-bici diventi il più efficiente possibile. Si tratta di persone che,
 passando a Bike+, probabilmente non incrementeranno ulteriormente l’utilizzo della bici in città, ma vivranno l’esperienza d’uso con un livello di soddisfazione mai raggiunto prima.
Bike+ non è un’innovazione che produce l’effetto di “mettere più persone in bici”; in questo riesce certo meglio la pedalata assistita (cioè la modalità TURBO di OLYMPUS-ZERO) a cui comunque puoi passare con un touch.
I ciclisti in target Bike+ hanno una forte affinità con il mezzo bici e lo vedono vincente su tutti gli altri al traguardo della storia della mobilità urbana. Sono persone focalizzate su soluzioni di alta efficienza per la bici da città. Vogliono però che rimanga una bici autentica che si muove con l’energia dell’uomo, non solo perché così è a zero emissioni e davvero ecologica, ma anche perché è salutare e “mi tiene in forma”. Per questi ciclisti, la possibilità che un domani il motore delle bici a pedalata assistita possa essere alimentato con energia rinnovabile invece che elettrica, sebbene vista con favore, non sposta la questione perché “Pedalare mi piace e mi fa bene. Quando mi sposto in bici voglio che l’energia sia utilizzata davvero al massimo dell’efficienza possibile, ma deve essere la mia energia!”.

 

FINO AD OGGI NON C’ERANO ALTERNATIVE…
Le bici sono ormai così evolute che per gli utilizzatori non è facile immaginarne di diverse che vadano oltre le esistenti; è l’industria che indirizza le aspettative. Allora, anche le persone in target per la modalità Bike+, finora “indirizzate” da proposte come la pedalata assistita, avevano accettato l’idea che la possibilità di ridurre il proprio sforzo su un certo percorso cittadino, dovesse passare necessariamente attraverso una immissione di energia elettrica dall’esterno. Così, anche su queste persone a cui pedalare piace molto, ha fatto breccia il concetto di pedalata assistita che, pur non ideale per loro, non aveva alternative.

ORA CON LA MODALITÀ Bike+ DI OLYMPUS-ZERO L’ALTERNATIVA C’È!

Non avevi immaginato di poter ridurre significativamente il tuo sforzo già solo ottimizzando la gestione della tua stessa energia! Bike+ dimostra che è possibile senza apporti energetici esterni ed a zero emissioni. Con Bike+, pur pedalando su una bici da città senza le sofisticazioni della bici da competizione, fai un balzo in avanti nell’efficienza!
In modalità Bike+, OLYMPUS-ZERO ha un motore elettrico che, a differenza di tutte le altre bici elettriche, viene usato per gestire la tua energia a livelli d’efficienza mai raggiunti prima. L’essenza di questa bici dotata di motore elettrico è:

LA BICI  DA CITTÀ CHE OTTIMIZZA LA TUA ENERGIA

Non farti fuorviare dalla presenza dell’alimentatore e della presa per la ricarica della tua OLYMPUS-ZERO. Ci sono solo perché necessari per le altre 5 modalità di marcia a tua disposizione. Se userai la tua OLYMPUS-ZERO sempre in Bike+, puoi buttare via l’alimentatore e sigillare il plug-in.

 

CAMBIARE MODALITÀ È SEMPLICE
Vai al lavoro abitualmente in bici e ti senti totalmente soddisfatto/a con Bike+; ma oggi fa particolarmente caldo, sei in ritardo ed hai una riunione in cui vuoi entrare fresco/a come parti: ti serve TURBO. In un attimo, con l’app bitride passi da Bike+ a TURBO e vai!

Margot OLYMPUS-ZERO

Margot OLYMPUS-ZERO